500 1.4 16v Dualogic – Prova by Cinquecentisti

Scritto da Luca on feb 21, 2009 | 3 Commenti

Sono passati parecchi anni (precisamente 52) da quando la Fiat 500 venne presentata ufficialmente al pubblico Italiano nel Luglio 1957.

Oggi le cose sono molto cambiate rispetto a quando fu progettata per la prima volta, le strade delle grandi città non sono più semi deserte, ma veri e propri ingorghi dove è difficile riuscire a districarsi tra milioni di autovetture distanti dalla propria solo alcuni cm, e dove lo stress e la fatica dopo ore di guida stando in fila a passo di lumaca ci fa diventare stanchi ancora prima di raggiungere la tanto agognata meta.

La FIAT, cavalcando l’onda del successo della NUOVA 500 nata nel 2007, introduce anche una versione con cambio automatico/sequenziale da lei denominato DUALOGIC , così da alleviarci il peso dello stare a premere in continuazione il pedale della frizione e di smanettare con la leva del cambio nel traffico più tentacolare.

Già dal nome si capisce che la “100 HP” non è una “500″ tanto tranquilla: dietro c’è un 1.400 cc 16 valvole da 100 CV aspirato a benzina che porta l’auto a raggiungere la velocità massima di 185 Km/h reali (di tachimetro 195 Km/ ) con un’accelerazione da 0 a 100 Km/h in 10,2 secondi.

Nella plancia spicca il tasto “Sport” che rende lo sterzo meno leggero (quindi maggiormente preciso) e le risposte dell’acceleratore più rapide. Inoltre nella versione con il DUALOGIC rende le cambiate più veloci e sportive .

La 500 1.4 è dotata di serie di ESP (Sistema di controllo elettronico della stabilità) + ASR/MSR, HBA e Hill Holder, di quattro freni a disco e di 7 air bag.

Ma veniamo al pezzo forte di questa prova su strada e cioè il cambio automatico / sequenziale DUALOGIC.

Il DUALOGIC è un cambio ROBOTIZZATO caratterizzato da un innovativo sistema di trasmissione. Quest’ultimo, infatti, attraverso un asservimento di tipo elettroidraulico, automatizza i comandi della frizione e della leva delle marce, mantenendo tutti i pregi della frizione a secco e del cambio meccanico (pesi, robustezza ed affidabilità, basso consumo energetico).
Un sistema sofisticato, dunque, che da una parte migliora le prestazioni dei componenti della trasmissione meccanica manuale; dall’altra, aumenta la sicurezza di guida attraverso il controllo che impedisce manovre non corrette del sistema di trasmissione.

I costi di manutenzione e di assistenza sono quindi ridotti e sono molto simili a quelli di un cambio meccanico tradizionale; in più offre la possibilità di essere usato sia in modalità sequenziale (quindi aumentando e diminuendo il rapporto manualmente) oppure in modalità totalmente automatica (a seconda di come date il GAS effettuerà passaggi marcia a + o – giri motore sempre in maniera ineccepibile).

Con la funzione Kick Down permette una scalata velocissima anche di due marce consecutive (esempio: 5° marcia inserita e dovete effettuare un sorpasso, schiacciate poco oltre la metà acceleratore e vi scala due marce consecutive, portandovi in 3° marcia, permettendovi di avere una ripresa istantanea e un ottima accelerazione, il tutto avviene in pochi decimi di secondo).

il 1.4 16v abbinato al cambio Dualogic ha cinque rapporti e prevede l’introduzione del tasto SPORT, questo tasto permette di diminuire il tempo di cambiata rendendola più aggressiva (quando si cammina forte e si tirano le marce si sente la differenza tra tasto sport inserito e non, in quanto in modalità sport si avranno dei veri e propi calci nella schiena ad ogni rapporto portato ai 6500 giri) mentre in modalità normale è un cambio fluidissimo ed è difficile sentire e percepire i cambi marcia.

All’apertura della porta di qualsiasi vettura dotata di cambio Dual Logic sentirete un ronzio: è normale, in quanto la pompa si aziona mettendo in pressione l’olio del cambio sequenziale/automatico .

PROVA SU STRADA

Attualmente ho 2782 KM e credo che il motore si debba ancora slegare, nonostante ciò la macchina in città è una meraviglia, senza il tasto SPORT inserito il volante è leggerissimo e le cambiate sono fluidissime, talmente tanto che si fa fatica in marcia a percepirle . Il motore al minimo è silenziosissimo, mentre ha un gran bel rombo sportivo superati i 3.500 giri. In modalità normale il motore non sembra avere 100 CV ma almeno 30 in meno, la sua progressione è molto lenta e adatta solo in marcia in colonna in quanto l’accelleratore risponde con molto ritardo e lentamente.

Spingendo però il magico tastino SPORT la musica cambia completamente e la progressione di questo motore è fantastica, la sua accellerazione molto brillante e il DUALOGIC cambia con estrema velocità e reattività da far dimenticare nel giro di pochi minuti qualsiasi cambio manuale e la sua frizione.

Le scalate sono perfette e le marce inserite sempre quelle giuste, in più usandolo in modalità manuale ci si diverte alla grande e sembra di essere su una macchina da rally (con + si sale di rapporto e con – si scala, in questo caso l’elettronica automatica è completamente esclusa ed è possibile portare e cambiare le marce esattamente come un cambio manuale tradizionale e cioè a qualsiasi giri motore si voglia).

Il passaggio dalla modalità Automatica a quella Manuale Sequenziale è molto semplice, basta infatti tirare la leva verso di se (sinistra) per cambiarne il funzionamento .

La funzionalità KICK DOWN che esegue una doppia scalata in un tempo bassissimo, degno dei migliori piloti di formula 1, è eccitante e si rischia di farci l’abitudine e di provarla anche quando non ci sono reali necessità, solo per il gusto di sentire urlare lo scarico e di sentirsi attaccati al sedile.

Un altra cosa fantastica del DUALOGIC è la possibilità di poter intervenire manualmente anche in modalità automatica, basta spostare la leva sul + o sul – per intervenire sulla marcia, finita la manovra il cambio rimarrà in modalità automatica .

La macchina và spenta sempre con la 1° o la Retromarcia inserita in caso si metta in N (folle) e si spenge la macchina, il sistema vi avvertirà dell’eventuale pericolo avvisandovi con un cicalino acustico e un lampeggio sul Display del cruscotto .
Dura circa 5 secondi e poi si ferma così da lasciarvi liberi di lasciarla in folle.

Consumi:

Il 1.4 100 HP non è certo un motore astemio, ma estremamente divertente con il tasto SPORT inserito, andando ad una velocità media di città si percorrono circa 12 km litro, nel misto sui 13.5 km litro, in autostrada ad una velocità di 130 km/h 14.5-15 km litro.

Conclusioni:

Il cambio Dualogic secondo me (e anche secondo la rivista Quattroruote) è uno dei migliori cambi robotizzati esistenti, dolce, preciso, comodo, divertente, con funzionalità manuale o automatico e con modalità SPORT molto veloce, fluido in coda e praticamente assenti strappi. CONSIGLIATO.

Il Motore è un aspirato da 100 CV capace di un accelerazione brillante e in modalità SPORT di ottime prestazioni, elastico, con un rombo molto corposo e divertente da ascoltare.

L’unico difetto che ho notato è sul posteriore un po’ leggerino, ma grazie ai vari sistemi elettronici di sicurezza implementati di serie mai pericolosa.

La frenata è buona grazie anche ai quattro freni a disco di serie che domano bene la vivacità dell’auto.

Voto Finale 9.0 su 10 .

Allego Video Recensione Fiat 500 1.4 100 HP Dual Logic SPORT:

Topic prova sul forum

Mirco R.
(Mirco)

Share

3 commenti

  1. sindaco scrive:

    Tutto vero, io non tornerei più al cambio manuale e il 1.4 è veramente un bel motore, solo un paio di appunti.

    1- Arrivando in rotonda modalità cambio automatico, in fase di inserimento se la velocità e troppo bassa il cambio scala in prima dando un preoccupante ritardo soprattutto se ci sono delle macchine che stanno impegnando la rotonda. Consiglio di stare dalla parte della ragione, se siete in modalità automatica senza il tastino sport state attenti ad impeganre la rotonda.

    2- Lo sterzo con il tastino sport diventa più rigido ma, a mio avviso, non più preciso nel senso che sempre a mio avviso non cambia il rapporto angolo di sterzata movimento del volante.

    3- Tirandola fuori dal BOX ho rifatto la fiancata di destra, è piccola ma non dategli confidenza le ruote posteriori tagliano molto.

  2. francigiorgi scrive:

    chiaro ed esaustivo

  3. walkyrja scrive:

    Dovrei provarla per dare un giudizio, io adoro cambiare le marce da sempre, da quando le vecchie 500 non avevano il cambio sincronizzato e bisognava fare “la doppietta” per scalare marcia per intenderci. Avere 6 marce poi, è uno sballo per me, i freni sono diventati quasi un optional. Quindi dovrei capire se in posizione manuale il cambio sequenziale sarebbe adatto a me.

Lascia un commento

Devi effettuare il login per lasciare commenti.