500 Abarth: pillole di emozione

Scritto da on nov 14, 2008 | Lascia un commento

La prima immagine e i dati tecnici: motore Turbo da 135 o 160 cavalli

L’aspettavamo da tempo. L’emozione continuava a crescere ogni volta che qualche fotografo spia riusciva a immortalarla, tutta cammuffata, durante qualche test lungo le curve del vecchio circuito del Nurburgring. E’ come un sogno che si avvera. Non è certo l’ultima Lamborghini (a Ginevra dovrebbe essere presentata una nuova Gallardo) né una nuova Ferrari (per la nuovissima cabrio-coupé bisogna attendere il salone di Parigi di settembre, né tantomeno un’auto con caratteristiche simili all’ Alfa 8C Spider (anche lei a Ginevra ).
E’ una questione di passione pura, di tradizione automobilistica italiana. Il mondo intero conosce i fasti del marchio Abarth, il suo peso storico nella storia del motorismo italiano, l’interesse che riuscì a scatenare nei giovani di allora e nei piloti più talentuosi del periodo.

Ecco perché, di fronte alla prima immagine della Fiat 500 Abarth, rilasciata ufficialmente in queste ore, c’è più di un’emozione. Questa vetturetta non è un semplice Fiat 500 insportivita; bisogna accostarsi a lei con un approccio particolare, avendo l’accortezza di pensare a cosa abbia rappresentato l’Abarth e che quello stesso spirito è presente oggi dopo un lungo letardo. La nuova 500 Abarth è la degna erede delle bellissime (e oggi preziose per il loro valore collezionistico) Abarth 595 o 695, piccolissime automobiline con un esile motorino a due cilindri che l’azienda di Corso Marche a Torino “drogava” con un possente carburatore Weber grande quanto il motore, rendendola un autentico petardo stradale. Ma è anche l’erede delle 850 TC, 1000 TC, OTR 1000, Monomille, 1000 Bialbero…

Il Gruppo Fiat, dopo il “passo falso” della Stilo 2.4 Abarth, auto senza un’anima, auto senza carisma ha riportato, sotto la gestione congiunta Montezemolo – Marchionne – De Meo, il marchio Abarth al suo giusto rango “sociale” nell’universo automobilistico: un nuovo neo classicismo che ha da subito fatto breccia nel cuore degli appassionati. Sono nate la Grande Punto Abarth S2000 e, sulle strade da pochi mesi, la Grande Punto Abarth stradale, introduzione a qualcosa di molto più interessante.
Estetica

La nuova Fiat 500 Abarth è inconfondibile: fianchi allargati, minigonne, nuovi scudi paraurti anteriore e posteriore (davanti con prese d’aria maggiorate), cerchi più grandi, pneumatici allargati. Meccanicamente, la rediviva bombetta italiana sfoggia un motore Fire 1.4 16v benzina Turbo che eroga una potenza massima di 135 CV (99 Kw) a 5.500 rpm e una coppia di 206 Nm a 3.000 rpm in modalità “Sport” (che in modalità “Normal”, si riduce a 180 Nm a 2.500 rpm). Peculiarità della “500 Abarth” è l’adozione del nuovo sistema denominato “TTC” (Torque Transfer Control) che ottimizza il trasferimento della coppia motore alle ruote e, in particolare e dovrebbe garantire un comportamento della vettura in curva più sicuro e divertente nella guida sportiva.

Fonte: OmniAuto
http://www.omniauto.it/magazine/4600/500-abarth-pillole-di-emozione

Share

Lascia un commento

Devi effettuare il login per lasciare commenti.