Crisi dell’ auto: Marchionne chiede aiuti urgenti

Scritto da Viper on gen 17, 2009 | 1 Commento

Il gruppo Fiat non usa mezzi termini nell’esprimere la richiesta di “urgenti azioni di sostegno a livello europeo” per il settore auto, messo in grave difficoltà dalla crisi internazionale. “La decisione di Moody’s di porre sotto osservazione il rating della Fiat – spiega l’a.d. del Lingotto, Sergio Marchionne – è strettamente collegata alla generale situazione di difficoltà che sta attraversando il comparto auto a livello mondiale. Siamo consapevoli che il business dell’auto è messo a dura prova dalla crisi che ha colpito prima il mondo della finanza e adesso anche l’economia reale”.

“In considerazione dell’alto tasso di occupazione, diretta e indiretta, si rendono quanto mai necessarie e urgenti azioni di sostegno a livello europeo”, prosegue Marchionne. “Solo una strategia di intervento comune, o per lo meno condiviso, può, tra l’altro, evitare quella disparità da Paese a Paese che sta creando condizioni di diseguaglianza tra i diversi costruttori, falsando l’equilibrio dei mercati e violando i più elementari principi della concorrenza previsti dal mercato unico europeo”.

Fonte: autoblog.it – quattroruote.it

Share

1 commento

  1. Bobby scrive:

    Tutto giusto.
    Se altri stati hanno concesso degli aiuti, è giusto che anche l’Italia lo faccia.
    Oltretutto gli incentivi sono usufuibili da tutte le case, non solo da Fiat.
    Non sono tanto d’accordo sul concedere gli aiuti di stato, Fiat ne ha abusato nel corso degli anni. A meno che non vengano concessi direttamente dalla UE, a tutte le case.

Lascia un commento

Devi effettuare il login per lasciare commenti.