Fiat 500 Riva, un’icona di classe

Scritto da Anna C. on set 07, 2016 | Lascia un commento

La mitica Cinquecento ha fatto la sua prima apparizione nel 1957, quando divenne la prima macchina per il popolo italiano ad un prezzo accessibile e funzionale. Oggi, il gioiello del gruppo FCA si rinnova con un’edizione limitata e pensata esattamente per il motivo opposto, ovvero come icona di classe e stile. La nuova Cinquecento Riva è un gioiello di ingegneria e design italiano, con uno stile lussuoso sia all’interno che sulla carrozzeria. Molti hanno già deciso di vendere la propria auto, magari rivolgendosi ad uno dei nuovi servizi di acquisto auto usate che pagano subito in contanti, per accaparrarsi al più presto uno dei soli cinquecento esemplari prodotti, il primo dei quali è stato chiesto proprio dall’a.d. del gruppo, Sergio Marchionne.

La nuova edizione della Cinquecento è stata prodotta in collaborazione con Riva, impresa del settore nautico che possiede una lunga tradizione nel far splendere il nome del Made in Italy all’estero. I suoi yacht sono molto eleganti e ricercati, proprio come la nuova vettura prodotta insieme a Fiat negli stabilimenti di Riva di Sarnico. Classico elemento di questa nota azienda nautica è il cambio, realizzato in mogano proprio come sulle sue imbarcazioni, attaccato al quale è presente una targhetta con il numero di serie. Per chi la possiede, inoltre, è possibile far incidere al di sotto di tale numero anche il nome della propria barca. Intorno al pregiato pomello si nota subito un pregiato fregio in mogano, che presenta la scritta “Riva” in acero: questa è stata intarsiata a mano, e l’operazione è stata ripetuta su tutti i cinquecento modelli realizzati.

In onore dell’Aquariva Super, attualmente lo yacht italiano più noto e desiderato tra quelli prodotti da Riva, è stato scelto un unico colore possibile per la Cinquecento di questa edizione: il blu sera, colore con il quale si distingue anche la celebre imbarcazione. Anche i cerchi da 16 pollici presentano una finitura blu, per impreziosire il disegno di questo “yacht urbano” che salta subito all’occhio per la sua eleganza. Per realizzare la plancia in mogano, preziosa ma scomoda per gli ingegneri che hanno lavorato al progetto, è stata ideata una soluzione che non è presente su nessun’altra macchina del gruppo FCA: essa è stata montata su una scocca in carbonio, leggerissima, che consente alla vettura di mantenere la sua morbida leggerezza quando la si guida. Non è stato lasciato niente al caso, e così anche i tappetini sono studiati per creare l’atmosfera di un’imbarcazione di lusso: il profilo è di avorio, ma il blu sera è sempre presente per creare un contrasto che rimanda immediatamente al mare.

La motorizzazione è stata scelta per non far lievitare i prezzi e mantenere dei consumi molto parsimoniosi. La versione base è il 1.2, che eroga 69 CV, con un nuovo alternatore studiato per migliorare le prestazioni e ridurre i consumi. Come è già stato montato sulla Cinquecento classica, poi, anche sulla Riva è presente il motore 1.3 Multijet diesel: questo si conferma l’allestimento più interessante tra quelli proposti da Fiat Chrysler, erogando 95 cavalli ed arrivando a toccare i 180 km/h. Tra le vetture della stessa fascia e di simile cilindrata, nessun’altra è ancora stata in grado di realizzare con successo una versione turbo simile.

Share

Lascia un commento

Devi effettuare il login per lasciare commenti.