Fiat-Chrysler: accordo fatto con i sindacati USA

Scritto da Bobby on apr 27, 2009 | Lascia un commento

Il sindacato statunitense dell’auto, United Auto Workers, ha accettato ieri notte un accordo per ridurre il costo del lavoro voluto da Chrysler, dalla Fiat e dall’amministrazione Obama. L’accordo faciliter√† l’alleanza tra Chrysler e Fiat e potrebbe aiutare a evitare l’amministrazione controllata del gruppo di Detroit, se entro fine mese anche le banche creditrici accetteranno un’intesa di riduzione del debito da 6,9 miliardi.

I dettagli del patto sindacale, che modifica l’esistente contratto di lavoro firmato nel 2007, non sono stati rivelati ma potrebbero emergere durante il voto degli iscritti per ratificarlo, previsto fin dalle prossime ore. Stando al Wall Street Journal dovrebbe contenere un taglio del 50% nel contributo in contanti da dieci miliardi di dollari che l’azienda avrebbe dovuto versare in uno speciale fondo sanitario per i pensionati (chiamato Veba) e riduzioni pari da almeno a centinaia di dollari nel costo di produzione di ciascun veicolo. In cambio di quelle che sono state esplicitamente definite come concessioni, le union dovrebbero ricevere azioni nell’azienda.
Sabato Chrysler aveva gia’ raggiunto un compromesso con il sindacato canadese, la Canadian Auto Workers, che prevede una riduzione del costo del lavoro orario pari 19 dollari canadesi (16 dollari Usa), attraverso la rinuncia dei lavoratori a una serie di benefit quali premi natalizi e assistenza sanitaria integrativa. I risparmi complessivi annuali dovrebbro ammontare a 240 milioni di dollari canadesi (198 milioni di dollari Usa). L’azienda ha anche ottenuto di poter usare lavoratori temporanei negli impianti di assemblaggio. Gli iscritti al sindacato hanno approvato ieri l’accordo con l’87% dei consensi.

Fonte: ilsole24ore.com

Share

Lascia un commento

Devi effettuare il login per lasciare commenti.