Fiat, Marchionne: per i monovolume di taglia grande, la piattaforma del Voyager può aspettare

Scritto da Bobby on giu 29, 2009 | Lascia un commento

Fiat non ritiene opportuno al momento attuale rivedere la piattaforma per la Phedra perché “è un momento delicato” per riaprire una discussione sulle “relazioni con Psa”.
Il Lingotto e Peugeot-Citroën, dal lontano 2002, producono congiuntamente la linea di monovolume gemelli Peugeot 807, Citroën C8, Fiat Ulysse. Si tratta di veicoli con molte primavere sulle spalle e in virtù della fusione con Chrylser si era avanzata l’ipotesi di usare la piattaforma del Chrysler Voyager, monovolume Usa la cui quinta seria è stata lanciata nel 2008 e che ha risxcosso storicamente un grande successo in Italia e nostro Paese ed è stato fino al 2007 prodotto in Austria dalla Magna Steyr
Sergio Marchionne, commentando, a margine del Consiglio Italia-Usa, le indiscrezioni sulla possibilità di un utilizzo comune della piattaforma Voyager della Chrysler per la Phedra, non si sbilancia e anzi nega una possibilità di rivedere gli accordi con il gruppo Francese
«La piattaforma Voyager – ha spiegato Marchionne – continuerà ad essere americana perché è nata lì, è prematuro parlare di convergenze finché non avremo risolto con i francesi il nodo dello stabilimento che abbiamo a Valencien e cosa farà quello stabilimento».


Fonte: motori24.ilsole24ore.com

Share

Lascia un commento

Devi effettuare il login per lasciare commenti.