Fiat: perdita netta 179 milioni nel trimestre. Confermati target 2009

Scritto da Bobby on lug 22, 2009 | Lascia un commento

Il gruppo Fiat ha registrato nel secondo trimestre una perdita netta pari a 179 milioni, che si confronta con un utile di 646 milioni nello stesso periodo del 2008. Come informa la nota diffusa al termine del Cda, «escludendo le poste atipiche, il risultato sarebbe prossimo al pareggio». «In un mercato estremamente difficile – si legge ancora – il gruppo ha chiuso il trimestre con un utile della gestione ordinaria di 310 milioni (margine sui ricavi pari al 2,4%).

Il gruppo Fiat «conferma gli obiettivi per l’anno 2009, con un utile della gestione ordinaria superiore a un miliardo e un indebitamento netto industriale al di sotto di 5 miliardi», spiega la nota, e prevede di registrare un utile netto «superiore a 100 milioni». I risultati del semestre sono giudicati «in linea con le aspettative» con un secondo trimestre che «ha cominciato a evidenziare il pieno effetto degli sforzi di ristrutturazione e di contenimento dei costi».

L’indebitamento netto industriale è sceso nel secondo trimestre a 5,7 miliardi di euro (6,6 miliardi di euro alla fine del primo trimestre), in gran parte per effetto delle azioni di riduzione degli stock in tutti i business. La liquidità è aumentata a 6,4 miliardi di euro (5,1 miliardi di euro alla fine del primo trimestre).

I ricavi del gruppo sono scesi nel secondo trimestre 2009 del 22,5% a 13,2 miliardi. «La crisi economica globale – si legge nel comunicato – ha continuato ad avere un impatto significativamente negativo sull’andamento della domanda per tutti i business del gruppo, ma con segnali di miglioramento in alcuni mercati rispetto al primo trimestre dell’anno». Per quanto riguarda il semestre, i ricavi sono stati pari a 24,5 miliardi (-23,8%).

Fiat continuerà a implementare la strategia di «alleanze mirate», al fine di ottimizzare gli impegni di capitale e ridurre i rischi.

Lo spin-off.
Il tema dello spin-off dell’Auto «non é scomparso. Credo che questa sia una decisione inevitabile per Fiat, ma la tempistica non é chiara». Così l’a.d. del Lingotto, Sergio Marchionne, durante la conference di presentazione dei conti del secondo trimestre. «Ci potranno volere due o tre anni – ha aggiunto – ma ci sarà un momento in cui l’Auto sarà abbastanza grande da giustificare una sua esistenza stand alone».

Fonte: ilsole24ore.com

Share

Lascia un commento

Devi effettuare il login per lasciare commenti.