Fiat Punto Evo: le foto ufficiali

Scritto da Bobby on ago 31, 2009 | Lascia un commento


La Fiat Grande Punto, ora rinominata Fiat Punto Evo, è giunta all’appuntamento con il suo secondo restyling importante e con una netta virata rispetto all’originario stile nato dalla collaborazione fra Giorgetto Giugiaro e il Centro Stile Fiat. Il deciso facelift vede la sua prima mondiale al Salone di Francoforte e riguarda soprattutto il frontale, che con l’aggiunta di un inedito fascione a metà paraurti e la risalita del marchio, inglobato in lungo baffo cromato orizzontale. L’arrivo del suffisso “Evo” nella denominazione ufficiale segna un deciso punto di svolta nelle strategie Fiat, mentre l’insieme delle modifiche dà alla Punto Evo un family feeling particolarmente vicino a quello della Fiat 500, divenuto ormai un fortunato punto di riferimento per la Casa torinese. Solo la lunghezza totale è aumentata da 403 a 406 centimetri, mentre sono rimaste invariate larghezza, altezza e passo, stabili rispettivamente a 169, 149 e 251 centimetri. La Fiat Punto Evo, in vendita a partire dalla seconda metà di ottobre, offre anche l’occasione per far debuttare il nuovo 1.3 Multijet II da 95 CV. Il range di prezzi della nuova gamma oscilla fra gli 11.800 e i 20.450 euro, valori uguali o addirittura inferiori a quelli dell’attuale listino.

TRUCCO LEGGERO
Le variazioni apportate all’esterno della vettura si limitano a pochi dettagli nel frontale e in coda, ma bastano a cambiare la fisionomia stilistica dell’auto. La parte piùcaratterizzante è come al solito il “muso”, dove un nuovo fascione paraurti inteso a proteggere maggiormente dai piccoli urti cittadini sfoggia inserti in plastica (verniciata, nera o “Metalluro ” a seconda delle versioni) che integrano fendinebbia circolari e luci di direzione. Il logo Fiat è ora alloggiato nella parte alta del frontale, all’inizio del cofano motore e da questo separato da un lungo “baffo cromato” che ricorda proprio la Fiat 500.

1.3 MULTIJET II 95 CV e MULTIAIR
La lista dei motori disponibili è già abbastanza varia sin dal lancio, prevedendo fra i benzina il 1.2 65 Cv, il 1.4 77 CV e il 1.4 Natural Power da 70 CV. La scelta fra i diesel è aperta nella famiglia dei 1.3 Multijet da 75, 90 e 120 CV, cui si aggiunge il nuovo 1.3 Multijet II da 95 CV. Grandi cose promettono i nuovi motori Multiair, da un incremento di potenza fino al 10% (copia +15%), fino alla riduzione di consumi (-10%), delle emissioni di CO2 (-10%), particolato (-40%) e NOx (-60%). Una delle novità più importanti riguarda l’adozione del sistema Start&Stop di serie su tutti i motori a benzina e diesel Euro 5, con esclusione del 1.6Multijet 120 CV, con il Gear Shift Indicator ( GSI) che suggerisce al guidatore il momento migliore in cui cambiare marcia.

L’ARREDAMENTO NON CAMBIA
Gli allestimenti rimangono esattamente quelli della versione uscente, vale a dire Active, Fun, Dynamic, Sport e Emotion. Ai livelli di finitura già noti si aggiungono su tutte le versioni l’airbag per le ginocchia del guidatore, posizionato sotto il volante e studiato per proteggere dal piantone di sterzo in caso di urto frontale.

SICURI DI SERIE
Oltre al già citato airbag per le ginocchia la rinnovata Grande Punto può vantare anche l’ESC abbinato all’Hill Holder, una esclusiva del Gruppo Fiat per il segmento C, l’utile dispositivo che facilita le partenze in salita mantenendo frenata per qualche secondo la vettura. L’impianto di illuminazione incorpora anche le luci di marcia diurna (DRL), obbligatorie sulle auto nuove dal 2010 per rendere visibile il veicolo anche di giorno. A richiesta è possibile installare anche i fendinebbia “cornering” che, a seguito dell’accensione degli anabbaglianti, illuminano automaticamente il lato interno della curva. Blue&Me-TomTom è il sistema info-tainment integrato che permette di gestire su touch-screen a colori il telefono, la navigazione e tutte le informazioni necessarie alla guida.

SISTEMA BLUE&ME – TOMTOM
Fiat, in occasione del lancio della Punto Evo, presenta il nuovo sistema “Blue&Me – TomTom” sviluppato con l’omonimo colosso olandese della navigazione e delle mappe digitali. Attraverso questa importante collaborazione il Gruppo Fiat punta a raggiungere un maggiore livello di integrazione fra sistema di navigazione e automobile, per poter offrire in opzione su diversi modelli una soluzione a basso costo che gestisca attraverso un unico dispositivo le moderne esigenze di infotainment e assistenza alla guida.
L’accordo Fiat-TomTom segue quindi di alcuni mesi il progetto già avviato da Renault con la stessa TomTom per la l’installazione sulle proprie vetture di sistemi integrati Carminat TomTom, con prezzi inferiori ai 500 euro. Nell’ambito del Salone di Francoforte debutta fra gli equipaggiamenti a richiesta di Fiat Punto Evo il nuovo “Blue&Me – TomTom” che include recenti funzionalità come l’IQ Routes per trovare i percorsi più rapidi ed i tempi di arrivo più accurati. Incorporato è anche eco: Drive Info che fornisce informazioni in tempo reale sullo stile di guida e consigli per ridurre consumi ed emissioni. Attraverso il touch-screen a colori con cui si comanda il navigatore satellitare è possibile gestire anche il telefono, con i comandi vocali e al volante che riducono al minimo le possibili distrazioni. La schermata di apertura personalizzata con logo Fiat accoglie l’automobilista che, oltre a poter visualizzare i punti di interesse Fiat sulla mappa del TomTom (per esempio le stazioni di servizio GPL e Metano), ottiene dati in tempo reale dalla vettura attraverso un collegamento diretto con la rete C.A.N..
La completa integrazione con i sistemi di bordo è così in grado di fornire sullo schermo di navigazione numerose informazioni legate alla guida, come il trip computer o il percorso verso il distributore più vicino quando il livello di carburante è basso.

LISTINO ESTESO
Necessariamente ricco e variegato il listino della Punto Evo, che per i benzina parte da un range di 11.800/14.100 euro per i vari allestimenti della 1.2 65 CV, passa per i 12.300/18.100 euro della 1.4 77 CV e arriva fino ai 15.500/19.350 euro della 1.4 Natural Power. Le versioni a gasolio hanno la loro soglia d’ingresso fissata a 13.650 euro per la 1.3 Multijet da 75 CV (16.900 euro la ricca Dynamic), gradualmente in crescendo per la 90 CV (16.250/19.350 euro), la 95 CV (17.200/19.500 euro) e raggiunge il suo limite superiore nei 20.450 euro della Punto Evo 1.6 Multijet 120 CV Emotion 5P.

Fonte: omniauto.it

Share

Lascia un commento

Devi effettuare il login per lasciare commenti.