Marchionne ai sindacati Usa: «Pronti a mollare Chrysler senza taglio dei costi»

Scritto da Bobby on apr 15, 2009 | Lascia un commento

Fiat abbandonerà Chrysler al suo destino se entro la fine del mese i sindacati canadesi e statunitensi della casa automobilistica di Detroit non daranno il loro consenso a significative riduzioni del costo del lavoro. Lo ha affermato l’amministratore delegato del Lingotto, Sergio Marchionne, in un’intervista al quotidiano canadese The Globe and Mail. «Siamo assolutamente pronti ad andarcene. Non ho alcun dubbio a riguardo», ha detto Marchionne. «Non possiamo impegnarci nei confronti di questo gruppo se non si vede la luce alla fine del tunnel». Marchionne ha spiegato che c’è il 50% di possibilità di raggiungere un accordo con Chrysler proprio a causa della mancanza di progressi nelle trattative coi sindacati, soprattutto quelli canadesi.

Escludendo che Fiat possa iniettare fondi in Chrysler, Marchionne ha però affermato che il Lingotto è pronto a fare tutto il necessario per rilanciare la casa statunitense, inclusa la possibilità che lui stesso assuma la carica di Ceo. «Di base è possibile ma la carica non è importante. Ciò che è importante è che mi ascoltino. E’ possibile che debba dividere il mio tempo tra gestire Fiat e gestire Chrysler». Infine, Marchionne ha detto che la 500 verrà introdotta in Nord America già il prossimo anno.

Fonte: ilsole24ore.com

Share

Lascia un commento

Devi effettuare il login per lasciare commenti.