Il Programma Autonomy ai Campionati Europei di Tennis Tavolo a Genova

Scritto da Bobby on giu 03, 2009 | Lascia un commento

Dal 3 al 14 giugno si svolgeranno a Genova i Campionati Europei di Tennis Tavolo per Atleti Paralimpici che vedrà coinvolti più di 700 atleti e 250 accompagnatori, provenienti da oltre 30 nazioni. Ospitato presso l’avveniristico Vaillant Palace, al prestigioso evento sportivo partecipa il Programma Autonomy di Fiat Group Automobiles in qualità di Main Sponsor: si tratta di una grande occasione per promuovere questa specialità altamente formativa che sviluppa i riflessi, la concentrazione e la respirazione e, dal punto di vita psicologico, insegna a vincere o a perdere ma sempre con la stessa serenità d’animo.

Per i Campionati Europei di Tennis Tavolo 2009 l’Azienda mette a disposizione degli atleti e dell’organizzazione una flotta di 30 veicoli e vetture, tra i quali alcuni esemplari di Ducato, Doblò e Scudo allestiti per il trasporto di persone con mobilità limitata. Inoltre, due Fiat 500 – una serie speciale “by Diesel” e una brillante versione Sport 1.4 da 100 CV – faranno da cornice all’area deputata agli incontri.

Inoltre, sullo stand presente all’esterno del Vaillant Palace, il pubblico potrà ammirare un’Alfa Romeo MiTo e una Lancia Delta trasformate rispettivamente dalle ditte Guidosimplex e Kivi, due fra i tanti allestitori che collaborano con Fiat Group Automobiles nel settore delle attrezzature speciali per la mobilità assistita. Entrambe le vetture propongono l’acceleratore elettronico a cerchiello, posto sotto il volante, e la leva-freno a lungo braccio completa di blocco freno e clacson. Specifica dell’Alfa Romeo MiTo la servofrizione elettrica, un dispositivo composto da un servomotore elettrico gestito da una centralina elettronica, che simula le caratteristiche di un cambio automatico (il cambio marcia è gestito da un pulsante posto sulla leva). Completano le dotazioni di questa vettura la piastra girevole elettrica in combinazione al sedile BEV (particolarmente basso per facilitare il movimento delle gambe durante la rotazione); la carrozzina manuale che si trasforma nel sedile della vettura; e il sollevatore posteriore con portata fino a 40 chilogrammi.

Dunque sulle due vetture esposte – come su tutte le altre della gamma Fiat, Alfa Romeo e Lancia – sono proposti alcuni dei numerosi dispositivi speciali che possono essere montati. Si tratta di soluzioni semplici da installare e che si integrano perfettamente nell’abitacolo senza compromettere ergonomia, abitabilità, comfort e sicurezza della vettura. Si affiancano ai comandi di serie consentendo così la guida anche a persone senza difficoltà motorie. Inoltre, si possono smontare facilmente e offrono quindi il vantaggio di poter rivendere l’auto sia attrezzata sia come una vettura normale.

Inoltre, sempre sullo stand allestito a Genova, il pubblico potrà conoscere Danilo Ragona, ospite speciale del Programma Autonomy con il quale condivide i concetti di bellezza e funzionalità declinati in un prodotto industriale. In particolare, il giovane designer torinese ha realizzato la sedia a rotelle “B-Free Multifunction”, un prodotto rivoluzionario sia dal punto di vista estetico sia da quello funzionale che gli è valso il prestigioso “Odisseo 2008 per l’interfunzionalità e l’innovazione” dell’Unione Industriale di Torino. Da sottolineare che il progetto nasce dall’intuito di Danilo Ragona, egli stesso in carrozzina, che alla luce della propria esperienza personale e professionale ha saputo reinterpretare le esigenze delle persone diversamente abili.

Il Programma Autonomy insieme con i campioni di oggi e di domani

L’adesione alla prestigiosa manifestazione genovese mostra, ancora una volta, il costante impegno profuso dal Gruppo Fiat che, attraverso numerose e prestigiose iniziative sportive, punta ad abbattere pregiudizi e luoghi comuni: infatti, non esistono competizioni “diverse” ma solo abilità “diverse”, in quanto tutti gli atleti hanno la stessa volontà di vincere e di superare qualunque ostacolo. La migliore dimostrazione di questo impegno è la partecipazione del Gruppo Fiat – Programma Autonomy, in qualità di Main Sponsor, alla “Coppa del Mondo di Sci Alpino per Disabili 2009”, ai “Campionati Italiani di Sci Disabili 2008”, alla Coppa del Mondo di tennis in carrozzina 2008, oltre che essere stato Partner Ufficiale ai IX Giochi Paralimpici Invernali di Torino 2006. Senza dimenticare la sponsorizzazione nel 2007 dei Campionati del Mondo di Handbike e dei Campionati Europei di “Ice Sledge Hockey”.

Non ultimo, Fiat Group conferma il proprio sostegno al mondo dello sport con la creazione di un nuovo team di giovani atleti – “Fabbrica Italiana Atleti” – che rappresenteranno il nostro Paese nelle più importanti competizioni sportive internazionali. Tra i dieci sportivi di alto livello, già testimonial del Gruppo Fiat e dei suoi settori di attività, ci sono anche gli atleti paralimpici Fabrizio Macchi per il ciclismo e Roberto La Barbera per l’atletica leggera (quest’ultimo è stato scelto dal Coni, in rappresentanza dell’Atletica italiana, come uno dei sei testimonial della nuova divisa ufficiale dello sport italiano nel mondo). Altro testimonial del Programma Autonomy è il pilota Alfredo Di Cosmo che ha partecipato nel 2006 e nel 2007 al Campionato Italiano Turismo, 1° Divisione gruppo N 3 riservato a vetture di cc 2.0.

Infine, il Programma Autonomy per i prossimi due anni sarà al fianco del progetto “Freewhite Sport Disabled ONLUS”, l’iniziativa che consente alle persone diversamente abili di conoscere la tecnica dello sci raggiungendo la completa autonomia sulla neve. I corsi si svolgeranno sulle piste della Via Lattea, con preferenza a Sestriere, già sede dei Giochi Paralimpici di Torino 2006.

Non solo sport: dal 1995 un impegno concreto con vetture allestite e Centri di Mobilità

Dal 1995 Fiat Group Automobiles – Programma Autonomy si dedica con impegno ed energia ad assolvere quello che, in questo campo, è il compito specifico di un costruttore automotive. Vale a dire progettare e realizzare soluzioni tecniche capaci di offrire a tutti la possibilità di usare senza limitazioni di sorta un mezzo di trasporto, sia esso individuale o collettivo. Attività che, tra l’altro, è perfettamente coerente con la più vera vocazione di un’impresa, la cui natura è quella di operare nel mercato e secondo logiche rigorosamente economiche per soddisfare i bisogni umani. E, dunque, per rispondere alle esigenze dei clienti. Di tutti i clienti. Un esempio concreto? Nel 2008, in Europa e Brasile, sono state vendute circa 20.000 vetture di Fiat Group Automobiles allestite secondo i principi del Programma Automomy. Inoltre, sono sempre più numerose le persone che si rivolgono ad uno dei 18 Centri di Mobilità presenti in Italia dove si è accompagnati nell’iter burocratico, legale e tecnico, oltre che in una prima “prevalutazione” dell’idoneità al conseguimento della patente speciale (la valutazione vera e propria e il rilascio del relativo certificato spetta sempre e soltanto alle Commissioni Mediche). Merito delle tecnologie e degli strumenti più sofisticati messi a disposizione (quale il simulatore di guida) ma soprattutto dei tanti fisioterapisti, istruttori di guida e tecnici che operano in questi centri a titolo gratuito grazie al sostegno di Fiat.

Fonte: fiatgroupautomobilespress.com

Share

Lascia un commento

Devi effettuare il login per lasciare commenti.