Punto Evo: il battesimo dell’acqua

Scritto da Mak on set 30, 2009 | Lascia un commento

A leggere l’invito che la Fiat ha diramato alla stampa internazionale per la presentazione della Punto Evo, il restyling della Grande Punto, la mente non ti può non correre al lontano 1983 quando Torino, per lanciare la sua Uno, scelse il coreografico (e costosissimo) scenario di Cape Canaveral. Dalla Florida a La Spezia, dall’America a casa nostra, cambia la “location”, non tanto il colpo a effetto, visto che la Punto Evo avrà il suo battesimo sul mare, per la precisione sulla portaerei Cavour.

Appuntamento per il 29 e il 30 settembre, dunque, tra alzabandiera, picchetti d’onore e cacciabombardieri parcheggiati sul ponte. Forse una maniera un po’ plateale di sottolineare il ritrovato orgoglio nazionale di costruttori d’automobili. Però, visti i tempi, con una Fiat che torna in America non dalla porta di servizio ma dall’ingresso principale del quartiere generale della Chrysler, un pizzico di sana retorica nazionalista al gruppo torinese la si può pure concedere.

Intanto, con il lancio sulla portaerei più moderna della nostra flotta, l’effetto mediatico è assicurato. E una bella copertura da parte di giornali ed emittenti di tutto il mondo. La Cavour, 239 metri di lunghezza per 44 di larghezza, oltre 27 mila tonnellate di dislocamento, alloggi per 2.120 persone, è stata messa in acqua nel 2004 e consegnata alla Marina militare nel 2007. È abilitata all’impiego di elicotteri e aerei a decollo corto. Speriamo che alla Punto Evo porti fortuna, come il centro Nasa la portò alla Uno. In Fiat di certo si augurano un decollo verticale delle vendite.

quattroruote.it

Share

Lascia un commento

Devi effettuare il login per lasciare commenti.